WOMAN MADAME FIGARO SPAGNA, GIUGNO 2018

INTERVISTA – MADAME FIGARO SPAGNA – GIUGNO 2018

UNA DONNA ALL’ITALIANA

Per la designer Elisabetta Franchi “ciò che ci fortifica è l’audacia per realizzare le nostre ambizioni e la determinazione per affrontare le sfide”. Sebbene anche una bella borsa al nostro braccio aiuti.

22 anni fa aprì una piccola attività a Bologna, Le Complici. Oggi Elisabetta Franchi dirige, attraverso la propria azienda ed il suo stesso nome apposto nelle etichette, uno dei brand più redditizi d’Italia (e del mondo) perché con le ultime aperture a Minsk e Madrid, già conta 1178 punti vendita nel mondo. Non ebbe bisogno di passare attraverso una grande azienda e nemmeno mettersi al servizio di altri stilisti. Franchi imparò questa professione direttamente alla fonte: le sue clienti. “osservare le donne e capire ciò che vogliono è la chiave del mio successo”, afferma. Detto questo, è consapevole del fatto che la sua estetica sia molto particolare – e molto ben gestita nel contesto di un’industria massificata nella quale, per essere competitivi, la chiave è differenziarsi da tutto il resto –. Le sue collezioni hanno un’impronta femminile molto forte: abiti, luccicanti decorazioni, punti vita messi in risalto…Anche quando si ispira ad uno scenario ambientato negli Stati Uniti di fine Ottocento, come nella collezione Primavera/Estate 2018, che riesce a rendere sexy in ogni caso. “Non tutte le donne vogliono le stesse cose. Però il modello di donna a cui mi ispiro per le mie creazioni è molto concreto e si può trovare ovunque in questa massa tonda che chiamiamo Terra”, afferma. “Sono fermamente convinta che una donna possa essere forte, determinata e sicura di sé senza rinunciare ad essere sensuale e glamour.” Né tantomeno alla praticità, un valore che è ha sempre messo ai primi posti, trasformandolo in uno dei pilastri fondanti di quella che, sicuramente, diventerà un must have: la First Bag. “Spaziosa, versatile e un design raffinato. Il tipo di borsa che vuole un tipo di donna moderna e attiva che non vuole rinunciare allo stile.”