IN STYLE RUSSIA, GIUGNO 2018

IN STYLE – GIUGNO 2018 – INTERVISTA
Elisabetta Franchi

La designer che ha saputo costruire uno dei marchi di moda in più rapida crescita, parla a In Style di moda e ispirazione!

Di Penny Karakasi

Il suo percorso nella moda ebbe inizio nel 1996, quando aprì la sua prima attività, disegnando e dando vita ai suoi progetti. Iniziando con un team di cinque persone, non ci ha messo molto a crescere arrivando oggi a dirigere una casa di moda di 200.

Il suo amore per la moda, ma anche la sua etica (che la porta a creare abiti e accessori animal free), l'hanno aiutata a diventare uno dei brand di moda di maggior successo.

Una delle prime cose che ho letto su di lei è che utilizza al 100% materiali animal free. Cosa ritiene che il mondo della moda debba fare per diventare più rispettoso dell'ambiente?
Indossare animali è una vera barbarie! Credo che si possano creare grandi collezioni senza il bisogno di far soffrire gli animali: per questa ragione ho scelto di utilizzare materiali cruelty free per le mie creazioni. Ritengo che il problema riguardi le coscienze di tutti coloro che lavorano nel mondo della moda: ormai la questione è nota a tutti e per questo ognuno dovrebbe agire di conseguenza eliminando i materiali di origine animale dalle proprie collezioni.

Ci parli della tua ispirazione e di come hai deciso di creare collezioni di abiti femminili.
La moda ha sempre fatto parte di me: ricordo che fin da bambina amavo creare vestiti per la mia bambola sognando di poter vestire un giorno tutte le donne del mondo con le mie creazioni. Questa passione è cresciuta con me nel tempo e mi ha portato a costruire una carriera e un marchio in continua evoluzione.

Ha un’icona del fashion preferita?
Madonna è uno dei personaggi che amo di più e che mi ispira da sempre. Adoro anche Jacqueline Kennedy: era una vera icona di stile: l’unica che sapeva indossare un abito elegante nel modo più naturale possibile.

Qual è la sua opinione riguardo tutte queste social media star e influencer che finiscono per lavorare nella moda?
Sicuramente i social media hanno dato l’opportunità a molti di farsi conoscere: sono un mezzo molto rapido e alla portata di tutti per ottenere visibilità. Però credo che la maggior parte di loro avrà vita breve in questo mondo: soltanto coloro che lavorano duramente, mettendo impegno e determinazione nel loro operato, arrivano ad emergere in maniera incisiva e prolungata nel tempo.

Come può una donna essere elegante se non ha la possibilità di acquistare molti abiti e può permettersene solo qualcuno per stagione? Cosa dovrebbe acquistare?
Credo sia importante concentrarsi su capi versatili, capaci di mettere in risalto la propria eleganza e femminilità senza mai eccedere. Di sicuro un abito nero, rosa cipria o rosso è il vero must per ogni guardaroba femminile.

Molte celebrities hanno scelto di indossare le sue creazioni. Come utilizza celeb e influencer per dar forma all’immagine del suo marchio?
Sono moltissime le celebrities che scelgono di indossare le mie creazioni perché apprezzano il mio stile e il design delle mie collezioni: comparendo sui red carpet internazionali e in molti eventi di rilievo danno certamente una grande visibilità al mio brand. Un ottimo esempio di ciò è il lancio della mia nuova First Bag: diverse celebrities e influencer hanno apprezzato molto questo nuovo accessorio, condividendo su Instagram alcune foto in cui la indossavano nei loro momenti di vita quotidiana. Tra queste vi sono Negin Mirsalehi, Marta Lozano, Cecilia Rodriguez, Noor de Groot, Leena Kaziz, Teresa Gonzalvo, Veronica Ferraro, Iris Mittenaere e altre ancora.